Addio all’artista Pino Miceli, le sue ceneri saranno disperse nel mare Eraclea Minoa

Sono stati celebrati ieri al cimitero di Lambrate (Milano) i funerali Pino Miceli, artista nato a Cattolica Eraclea il 13 dicembre 1945, venuto a mancare tre giorni fa all’età di 74 anni. La salma verrà cremata e le ceneri saranno sparse al vento ad Eraclea Minoa, vicino a Capo Bianco e alla Foce de Platani, secondo le volontà espresse in vita dall’artista nella poesia “La cinniri purtatila cca’”.

Pino Miceli ha conseguito il diploma magistrale ad Agrigento ed ha proseguito gli studi universitari ad Assisi. Come tanti concittadini, per motivi di lavoro si è allontanato dalla terra natia e dalla gente tanto amata. Emigrato al Nord, a Milano, ha trovato lavoro come operaio prima e come insegnante poi. Conosciuto e stimato sia come pittore, sia come poeta. Meravigliose le sue tele e suggestive le sue poesie. Ha partecipato con successo a diverse mostre in varie città italiane. Ha al suo attivo diverse raccolte poetiche, come: Sunnu li petri e chiancinu, Sotto il cielo lombardo, Aghi di pino e petali di rosa e Fantasia sicula. Vi proponiamo di seguito due poesie di Pino Miceli: La cinniri purtatila cca’ L’emigranti.

La cinniri purtatila cca’

Quannu lassu ‘sta vita d’affanni,

abbrusciatila chista me carni

e la cinniri purtatila cca’!

Cca’ a Eraclea Minoa

unni lu Platani si ‘ncucchia cu lu mari

sparpagliati li resti murtali

a lu ventu di Capu Biancu!

Nun vogliu né un sorrisu né un chiantu

e nun carricatimi di cruci

troppi, troppi nni suppurtavu,

quannu ancora picciutteddru era stancu

e cuntinuava a luttari!!!

Ora lassatimi sulu a jucari

cu l’aria, l’acqua e lu suli

di ‘sta millenaria maravigliusa città!