Premio ”Musica contro le mafie”: i Sikania tra i più apprezzati dalla giuria social, voto online ancora aperto

“Grazie a chi ha capito che per noi anche il vostro più piccolo contributo consiste alla concretezza di questo nostro sogno! Quello di vivere di musica! Fino a che Dio mi darà voce io metterò energia per rendere onore a tutti quanti voi! Perché senza di voi siamo niente! Grazie di questa emozione bellissima che mi state regalando”. Così il giovane cantante cattolicese Carmelo Veneziano Broccia ringrazia su Facebook i fan che stanno votando in massa la band Sikania in gara al Premio Nazionale “Musica contro le mafie”, il primo e più importante premio musicale europeo dedicato alla musica con tematiche legate al sociale e in particolar modo all’impegno antimafia. La band agrigentina partecipa con il brano “Siciliano medio” e ha già ottenuto circa duemila voti, al momento è al secondo posto della classifica provvisoria, fino al 21 novembre si può votare online collegandosi con questo link.

Il premioil Premio Nazionale “Musica contro le mafie”, sotto l’egida di Libera, fin dal primo momento ha creato rapporti di rete con partner speciali che, con il loro supporto, hanno contribuito ad ampliare lo spettro delle opportunità per i partecipanti. L’obiettivo principale è quello di: Premiare artisti che diffondano messaggi positivi: la musica come linguaggio universale capace di creare e generare “Bellezza” unendo forma e contenuto. Premiare artisti e gruppi che, con la forza dirompente della loro musica, tengano viva la Memoria per trasformarla in strumento di impegno, di lotta, di cittadinanza “attiva, critica e consapevole”. Premiare artisti che con la loro musica contribuiscano a diffondere un modello culturale da contrapporre a quello mafioso. Premiare brani che affrontino con forza le questioni cruciali della memoria, del coraggio della denuncia, dell’ urgenza di Giustizia Sociale, di Resistenza e di Libertà. Premiare brani che mettano al centro la “speranza nel futuro nel segno del Noi e del fare insieme”. Premiare brani che considerino la conoscenza come via maestra per il “cambiamento”.

Si possono votare anche online i brani in gara sul portale del “Premio Musica contro le mafie 10^ Edizione″, la giuria social avrà una influenza sul voto finale pari al 20%, giuria studentesca rappresentata da una rete di scuole condivise da Libera (Associazioni nomi e numeri contro le mafie) sul territorio Italiano avrà una influenza pari al 35%, la giuria “responsabile” composta da giornalisti/critici musicali, esponenti di associazioni, scrittori, operatori del mondo musicale italiano avrà una influenza pari al 45% sul voto finale.

La band: “Sikania (nome che deriva dalla terra d’origine del gruppo, la Sicania, appunto, che in epoca antica corrispondeva alla Sicilia sud-occidentale) é una band che nasce dall’idea di Francesco Scibetta e del padre Peppe Scibetta, impegnandosi a formare la band ed a realizzare un progetto musicale che riscontra subito grande successo tra i vari pub dell’agrigentino. Le esibizioni della band si trasformano in veri e propri eventi musicali ricchi di buona musica e sano divertimento. Il gruppo musicale propone un genere molto vario che accontenta un po’ tutti i gusti, dallo ska al pop, rock, samba, folk, tarantella e reggae. I Sikania hanno avuto l’onore di aprire i concerti ad artisti di caratura nazionale quali: Gino Paoli, Anna Tatangelo, Sergio Sylvestre, Shakalab, Paolo Meneguzzi. Recentemente la band ha pubblicato il primo singolo dal titolo “Siciliano medio” con l’onorata collaborazione di Peppe Qbeta. Il brano ha riscosso in pochissimo tempo un enorme successo in tutte le piattaforme digitali”. I componenti: Voce: CARMELO VENEZIANO BROCCIA; Sax: VINCENZO FARAONE; Trombone: SALVATORE SCIARRATTA; Tromba: FRANCESCO SCIBETTA; Chitarra: LUIGI SANFILIPPO; Tastiere: DANIELE CUFFARO; Basso: GERRY SALEMI; Batteria e Percussioni:DIEGO FARRUGGIO.

Il brano: “Siciliano medio” è il primo singolo dei Sikania, in collaborazione con Peppe Qbeta. Il brano presenta in maniera molto fresca delle sonorità che sposano lo ska e il pop. Il testo tratta dei disagi sociali ed economici che intaccano specialmente la Sicilia e di come la gente (non) reagisca, pertanto il messaggio del brano si scaglia contro  l’atteggiamento cosciente, ma rassegnato ed omertoso di una massa accomunata da un certo modo di pensare.

Testo brano

Quando parli di lavoro male ti senti
Un trovi nenti e stringi i denti
Pensi si nn’ha gghiutu tanta genti
ca cu zeru gradi sta felici e cuntenti

Ma parli, parli, parli e un concludi nenti
Picchi u mali si sapi ca veni da altre menti
Ma state attenti falsi sapienti
La vucca diventa granni quannu un si fa nenti

Semu tutti bravi semu tutti belli
A parlari ammatula e a mangiari panelli
Semu tutti sperti, semu tutti forti
“Stannu tutti mali, a mia chi mi nni futti?”
Chi mi nni futti?

E isti pi futtiri e fusti futtutu
Vulisti tradiri e arristasti curnutu
Na vita a contemplare calcio e televisioni
E quannu sta pi moriri vo la benedizioni
E isti pi futtiri e fusti futtutu
Vulisti tradiri e arristasti curnutu
A liggi è pi tutti e cu havi i sordi si nni futti.
Futti, futti, futti, ca Diu pirduna a tutti!

Sicilià, Siciliano medio
Pani ca’ meusa, tedio
Sikania on the radio
Appalti e mazzetti, pizzu e pizzetti
Sicilià, Siciliano medio
Pani ca’ meusa, tedio
Sikania on the radio
Appalti e mazzetti, pizzu e pizzetti

Chianginu l’occhi taliannu li strati
E anche cu na pioggia si mori annegati
Ma poi basta affacciarisi un attimo fora
Tantu c’è lu suli e u mari ca ni consola

Quannu torni a natali già ti senti mali
Pi li disagi ca tu sa di truvari
Arrivi e ti senti cu u culu ‘n terra
Stai per ripartire, hai il cuore in guerra

Sicilia mia, terra china di terri,
ca nn’ha vistu migliaia e superatu di guerri
sta suffrennu tantu e aiutu sta gridannu
“Na matita usata mali e vidi quantu dannu!”
Quantu dannu!

E isti pi futtiri e fusti futtutu
Vulisti tradiri e arristasti curnutu
Na vita a contemplare calcio e televisioni
E quannu sta pi moriri vo la benedizioni
E isti pi futtiri e fusti futtutu
Vulisti tradiri e arristasti curnutu
A liggi è pi tutti e cu havi i sordi si nni futti.
Futti, futti, futti, ca Diu pirduna a tutti!

Sicilià, siciliano medio
Pani ca’ meusa, tedio
Sikania on the radio
Appalti e mazzetti, pizzu e pizzetti
Sicilià, siciliano medio
Pani ca’ meusa, tedio
Sikania on the radio
Appalti e mazzetti, pizzu e pizzetti

Sicilià, siciliano medio
Arriva l’ora di fare sul serio
Sikania on the radio
Appalti e mazzetti, pizzu e pizzetti
Sicilià, siciliano medio
Arriva l’ora di fare sul serio
Sikania on the radio
Appalti e mazzetti, pizzu e pizzetti.