Erosione ad Eraclea Minoa, interrogazione del Movimento 5 stelle all’Ars

“Ad Eraclea Minoa, per incuria della politica e per modifiche infrastrutturali avvenute a pochi chilometri, il mare sta letteralmente inghiottendo la spiaggia e il bosco, provocando pesanti danni ambientali ed economici dato che le diverse attività imprenditoriali hanno dovuto spostarsi o chiudere perché il mare ha continuato ad avanzare. Il governo regionale provveda alla immediata realizzazione del progetto di ripascimento artificiale del litorale in erosione”. A dichiararlo è il deputato regionale del Movimento 5 Stelle Giampiero Trizzino che ieri ha depositato un’interrogazione con richiesta di risposta urgente al presidente della Regione e all’assessore al Territorio e Ambiente.

“La Regione – dichiara Trizzino – ha provveduto al finanziamento di un progetto di oltre 4 milioni di euro per salvare la spiaggia aggredita dall’erosione costiera. Peccato che ad oggi non si sia mossa una sola ruspa per far partire i lavori. Tale progetto porrebbe un argine al processo dierosione del tratto di costa che va da Capo Bianco verso est, per circa due chilometri. Il presidente della Regione aveva riconosciuto come prioritaria la tutela dell’ambiente e delle coste dichiarando la necessità di procedere al ripascimento della spiaggia nei tempi indicati dal progetto, come da impegno preso lo scorso 15 maggio. Da allora non si è mosso nulla. Pretendiamo una risposta immediata dal governo regionale”.

Fa sentire la sua voce anche il deputato nazionale M5s Giuseppe Chiazzese: “Eraclea Minoa non può più aspettare, il mare avanza giorno dopo giorno. Ogni minuto che trascorre senza l’inizio dei lavori significa alberi che cadono ed una pineta che si assottiglia sempre di più, un patrimonio naturalistico che stiamo perdendo. Chiedo fortemente al governo regionale che tutte le procedure burocratiche vengano espletate nel più breve tempo possibile”.