Bocciato dal Consiglio il condono dei tributi locali: protesta l’opposizione. la replica del sindaco

I consiglieri comunali di opposizione Giuseppe Giuffrida, Paolo Cammalleri, Mariella Renda e Pietro Piro avevano richiesto la convocazione del consiglio comunale per discutere il regolamento per la definizione agevolata dei tributi con la motivazione della “gravissima crisi economica che investe l’economia globale, particolarmente avvertita nei piccoli centri, come a Cattolica Eraclea che ha aggravato le difficoltà economiche in cui versano le famiglie, gli emigrati determinando una strutturale carenza di risorse economiche che di fatto impedisce la regolarizzazione della propria posizione debitoria nei confronti del comune”.
La proposta è stata bocciata dal consigli comunale, bocciatura che viene criticata dagli stessi consiglieri comunali, che in un comunicato stampa scrivono quanto segue: “Lo scopo del presente regolamento era quello, in seguito agli avvisi di accertamento per mancato pagamento dell’imposta IMU, IMU agricola notificati a centinaia di contribuenti per gli anni 2013, 2014 e 2015 , di regolarizzare la loro posizione debitoria versando la sola imposta con esclusione di sanzioni, interessi e maggiorazioni. Per gli iscritti all’AIRE avevamo previsto il pagamento del 50% dell’imposta con esclusioni di sanzioni, interessi e maggiorazioni. La sanzione del 30% di interessi e le maggiorazioni e gli interessi tolgono dalle tasche dei cittadini per i tre anni la somma di euro di 500.000,00.
Il motivo per il quale chiedevamo l’approvazione di detto regolamento in quanto il valore delle abitazioni e dei terreni nel nostro comune sono stati deprezzati del 100% , tanto è vero che le abitazioni si comprano per pochi euro. I Cittadini di Cattolica Eraclea svendono il patrimonio immobiliare al fine di non pagare l’IMU. Il Consiglio Comunale nella seduta del 26/01/2019 con il voto della maggioranza composta dal PD e dai 5 stelle nelle persone del Consigliere Giuseppe Vizzi, Pasqua Francaviglia, Ninetta Salvaggio, Alessandro Miliziano, Giuseppe Sciortino, Giuseppe Messina ha bocciato il condono proposto per far pagare ai cittadini l’esosa tassa e imposta con sanzioni, maggiorazioni e interessi.
Invitiamo i cittadini e gli emigrati a inviare tramite Facebook comunicati di protesta contro il consiglio comunale, il sindaco e la sua giunta per questa vergognosa esazione e vessazione nei confronti dei cittadini”, concludono nel comunicato i consiglieri di opposizione”.

La replica del sindaco

I consiglieri di maggioranza hanno votato contro la proposta del condono dei tributi locali proposta dall’opposizione perché “c’era il parere negativo del dirigente dell’ufficio di ragioneria”. Così il sindaco di Cattolica Eraclea, Santino Borsellino, replica ai consiglieri comunali di opposizione Giuseppe Giuffrida, Paolo Cammalleri, Mariella Renda e Pietro Piro che in un comunicato criticano la bocciatura del regolamento per la definizione agevolata dei tributi.