Aeroporto a Cattolica Eraclea, ecco la mozione che sarà discussa domani in consiglio comunale

Ecco la mozione per il sostegno alla realizzazione di un aeroporto nella località di Piana Vizzì a Cattolica Eraclea presentata dai consiglieri comunali di opposizione Giuseppe Giuffrida e Paolo Cammalleri, tra i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale convocato per domani 26 gennaio alle ore 19.

Mozione per l’aeroporto

“I consiglieri comunali che si sottoscrivono, premesso e considerato che: che la crescita economica, sociale e culturale della provincia passa anche  attraverso la buona viabilità stradale e la mobilità aerea di persone e cose; alla fine degli anni sessanta l’argomento aeroporto è stato naturalmente affrontato dal consiglio comunale di questo comune con interesse di comuni limitrofi e personalità della politica e imprenditoriali; la mobilità aerea nazionale, internazionale e tra l’oriente emergente e l’occidente anche oltre l’Atlantico risulta in costante crescita esponenziale per quanto riguarda persone e cose; la nostra Sicilia si rappresenta come punto intermedio tra i continenti estremi; dotare la provincia di Agrigento di un aeroporto è ormai argomento attualissimo di discussione; se non si vogliono privilegiare le piane di Licata e Canicattì, scelte sbagliate ed inutili per la crescita economica, sociale e culturale della provincia perché risulterebbero molto prossime agli aeroporti esistenti di Catania e Comiso proponendo una rivalità che non giustificherebbero l’investimento; che la nostra località Piana Vizzì risulta – pertanto –  in provincia l’unica piana, una distesa omogenea e senza dislivelli apprezzabili lunga oltre 3 Km, naturalmente vocata per una pista idonea all’atterraggio e decollo di tutti i tipi di aerei turistici e merci; sottopongono all’approvazione la mozione che impegna il consiglio e l’amministrazione comunale ad approntare ogni iniziativa e spesa per la  partecipazione  e/o compartecipazione societaria pubblica o mista (pubblica e privata) volta a sostenere la realizzazione di un aeroporto nella nostra località di Piana Vizzì”.

Società cerca terreni

Ci sarebbe una società importante, sostenuta da un grande istituto bancario, interessata all’acquisto di un terreno pianeggiante di circa 15.000 mq o superiore di terreno agricolo per realizzare un campo di volo o aviosuperfice per aerei da diporto-sportivo. La notizia è stata riportata nei giorni scorsi dal quotidiano La Sicilia e rilanciata da altre testate giornalistiche online. Si cercherebbe un terreno sul quale dovrebbero poter atterrare Atr fino a 80 posti. La società si è rivolta per l’acquisto di terreni all’agenzia “Vero Affare” di Favara, diretta da Carmelo e Antonino Cuschera, che hanno dichiarato al quotidiano La Sicilia:  “Abbiamo ricevuto, da quando abbiamo pubblicato la richiesta sul nostro sito, decine e decine di telefonate di gente disposta a vendere i propri terreni. Due soluzioni le abbiamo trovate: una riguarda una aviopista e l’altra, ben 13 ettari di terreno, lungo la statale 115 ter. A fine gennaio questi nostri committenti arriveranno ad Agrigento per una serie di sopralluoghi”.

Dibattito su Facebook

Intanto, tra favorevoli e contrari, scetticismo e speranza, si è accesso, ancora una volta sulla questione aeroporto, il dibattito su Facebook. Scrive Mario Alaimo: “Tranquilli ne parlano perché si avvicinano le elezioni niente di serio”. E Antonio Pizzola: “Lo dico da non siciliano. Credo che questo pezzo di costa sia uno dei più affascinanti dell’intera costa italiana. Io sono d’accordo all’aeroporto ma non si potrebbe in una zona più interna e più degradata?”. Così Enzo Gagliardo: “Ma vi rendete conto, strade colabrodo, gallerie e ponti chiusi, treni da terzo mondo ed ancora con le favole…”. Commenta Antonella Zambito: “Invece di pensare all’aeroporto perché non vi concentrate a studiare tutte le opportunità che offre l’Europa con tanti finanziamenti che a Cattolica Eraclea non arrivano perché nessuno presenta progetti? Lasciatelo stare l’aeroporto!”.  Secondo Lorenzo Costanza “troppo vicino per essere l’aeroporto di Agrigento. Meglio farlo direttamente a Santa Margherita Belice”. Per Antonio Lauricella “è sempre la solita musica. Ci sono le elezioni vicine e fanno credere che fanno i bravi ragazzi ma io ci credo solo quando i cominceranno a volare gli aerei stop per ora e solo favola”. Così Silvana Formica: “Barzelletta del 2019, semmu senza strati, sveglia, tappate le buche prima di parlare di aeroporto”. E Angelo Cascio: “Mi piace l’idea, chissà cosa diranno gli ecologisti… romperanno i cabasisi con la riserva di Torre salsa ecc”. E Salvatore Vella: “Spero proprio che si riesca un giorno a realizzare una cosa che in tutto il mondo è normalissimo!”. Così Giovanni Vitabile: “Fate prima funzionare quelle che ci sono prima di pensare a costruire uno nuovo”. Così Elina Russo Fiorino: “Appena iniziano i lavori se ne parla commentare adesso è solo tempo perso”.