Consigliere d’opposizione Cammalleri replica alla maggioranza: “La vostra politica dell’improvvisazione”

Riceviamo a pubblichiamo dal consigliere comunale di opposizione Paolo Cammalleri replica al comunicato stampa dei consiglieri di maggioranza.

“La politica dell’improvvisazione del consigliere comunale Sig. Alessandro Miliziano”. “Non ci vuole certo una  Laurea per capire che i lavori svolti ad Eraclea Minoa sono stati eseguiti in modo improvvisato e veloce. Facendo così anche stavolta, potrei fare tanti esempi, questa amministrazione continua sulla strada dell’improvvisazione e quindi non ha fatto l’interesse dell’intera comunità ma ha cercato di dare delle risposte frettolose. Dicendo di trovare io una soluzione leggendo la sfera di cristallo, si offende l’ufficio tecnico del nostro Comune dove operano professionisti in grado, meglio di me e di lei, di trovare le giuste soluzioni. Non certo quello fatto finora! Questo suo modus di difendere l’Amministrazione comunale denigra il ruolo dell’opposizione che, libera da pregiudizi e da qualsiasi ricatto, svolge un ruolo democratico fondamentale, sempre a testa alta e senza mai farsi calpestare mettendo in atto tutto quello che il Regolamento consiliare mette a disposizione.

Consiglieri di maggioranza, l’opposizione sarà costruttiva quando verranno fatti gli interessi generali ma sarà sempre più precisa e forte quando si opererà solo per il bene di alcuni amici mogli e mariti. Forse per non aggravare la situazione devo sottostare alla politica del compromesso, che è ciò a cui ambite? Altro che politica del non fare! Giusto all’indomani delle mie sollecitazioni, così come anche oggi, qualcosa si è mosso ma io stesso ho potuto constatare che nonostante la buona volontà gli operai non hanno potuto fare grandi cose perché senza mezzi e attrezzi adatti: la politica del l’improvvisazione. Rimango a disposizione, nel rispetto dei propri ruoli, a contribuire affinché i problemi che affliggono la nostra comunità possano essere per lo meno alleggeriti. Solo con un’opposizione attenta il paese e i cittadini potranno trarne benefici, non certamente con la politica del silenzio a cui, in modo confuso, ambite”.