Trivelle per sali potassici, comune Cattolica Eraclea punta a “bloccare il progetto”

“Ribadiamo la contrarietà del comune di Cattolica Eraclea al progetto di ricerca dei sali potassici denominato Eraclea, come già fatto nel 2017 in sede di presentazione dell’istanza di ricerca”. Lo scrive in un post su Facebook il vice presidente del consiglio comunale Alessandro Miliziano commentando il via libera dalla Regione alle trivellazioni per la ricerca di sali potassici e alcalini a ridosso della foce del Platani. L’assessorato regionale all’Ambiente ha comunicato la procedibilità dell’istanza di valutazione di impatto ambientale presentata da General Mining Research Italy srl.

Si conoscono, perché rese note con comunicati stampa e documenti, le posizioni assunte già a settembre 2017 dalle associazioni Wwf e Marevivo. Ignote, finora, le osservazioni espresse dal comune di Cattolica Eraclea che, secondo quando si apprende adesso, ha dichiarato la propria “contrarietà”.

“Il sindaco Santo Borsellino – ha annunciato Miliziano – ha incaricato l’ufficio tecnico di redigere le opportune osservazioni e capire quali azioni intraprendere per bloccare il progetto. Cercheremo di comprendere in queste azioni anche l’interessato comune di Ribera. Non possiamo restare inermi dinanzi a questa minaccia, abbiamo il dovere morale e politico di difendere le bellezze naturali”.

Il post del consigliere comunale del Pd è stato condiviso dal sindaco sulla sua pagina Facebook.