Il sindaco di Cattolica Eraclea, nei giorni scorsi, visto il verbale di sopralluogo del servizio veterinario dell’Asp di Agrigento, ha emesso un’ordinanza di rimozione e distruzione di due carcasse di cavalli. La polizia municipale ha dato esecuzione all’ordinanza rimuovendo le carcasse e sotterrandole in località Greco Morto, sito geologicamente amorfo, con spargimento di calce viva a una profondità di due metri.

Si tratta dei due cavalli investiti ed uccisi lungo la strada statale 115 nelle scorse settimane. Sono morti sul colpo dopo essere stati travolti, sulla carreggiata con direzione Agrigento-Sciacca, da una Volkswagen Tiguan. Tre persone, conducente dell’autovettura compreso: un quarantenne di Ribera, sono finite al pronto soccorso dell’ospedale «Fratelli Parlapiano» di Ribera. Sono rimasti feriti, ma nessuno, per fortuna, è in gravi condizioni. Lungo la statale 115, subito dopo che è stato raccolto l’Sos, si sono precipitate le pattuglie dei carabinieri, quella della stazione di Cattolica Eraclea e quella del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Agrigento. Al chilometro 148 della statale anche i vigili del fuoco del comando provinciale.