Mafia: incendiata villetta confiscata al boss Domenico Terrasi, aperta un’inchiesta

Incendiata la villetta, ancora in fase di completamento, che apparteneva al boss Domenico Terrasi e che era stata confiscata. E’ accaduto in contrada Bonura a Cattolica Eraclea. I vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento sono intervenuti questa mattina, dopo aver raccolto l’Sos giunto alla centrale operativa. In contrada Bonura anche i carabinieri della stazione cittadina che hanno avviato subito le indagini. Le fiamme – stando a quanto emerge dalla ricostruzione ufficiale del comando provinciale – hanno danneggiato il tetto che sarebbe stato realizzato in legno.

Domenico Terrasi è stato ritenuto, da investigatori e inquirenti, esponente di spicco dell’associazione mafiosa di Cattolica Eraclea. Era stato coinvolto nell’operazione antimafia denominata “Minoa”. E’ stato di recente scarcerato dopo aver espiato la condanna. L’immobile incendiato si trova, a quanto pare, a pochi passi dall’attuale abitazione di Terrasi. La villetta che è stata incendiata, verosimilmente all’alba, è stata consegnata dall’Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati al Comune di Cattolica Eraclea. Ancora il bene confiscato non risultava essere utilizzato per fini sociali o istituzionali.

Fonte: agrigentonotizie.it