“Finalmente un po’ di tregua grazie alla natura”. Lo scrive su Facebook il titolare del lido Bellevue Giovanni Augello condividendo alcune foto di Eraclea Minoa dove in alcuni tratti, al momento” è “ritornata” la spiaggia. Del caso Eraclea Minoa si è discusso ieri nel corso della seduta della commissione Territorio e Ambiente dell’Ars presieduta da Giusy Savarino.
“Ancora una volta siamo chiamati a mettere una pezza sugli errori gravissimi commessi in passato -dice Giusi Savarino (Diventerà Bellissina), presidente della commissione-. E’ stato perso un importante finanziamento di 31 milioni di euro perché il Comune non ha presentato la dovuta istanza. Abbiamo creato un momento di raccordo tra l’ente locale e l’assessorato regionale, alla presenza, tra l’altro, delle associazioni ambientaliste da anni attivamente impegnate sul territorio”. “L’assessore regionale al Territorio e Ambiente Cordaro in accordo con il sindaco Borsellino -spiega Savarino- ha paventato la possibilità di intervenire in via provvisoria, in somma urgenza, con i fondi della Protezione civile per la creazione di barriere paramassi in attesa degli interventi risolutivi per il finanziamento dei quali si potrebbe pensare di attingere alle somme stanziate dal Patto per il Sud. La commissione vigilerà con attenzione sulla questione affinché gli impegni presi oggi diventino prontamente esecutivi”.

“In IV Commissione Territorio Ed Ambiente Ars. Basta con le divisioni politiche. Basta cercare i capi espiatori e i salvatori della nostra cara Minoa! Ora sbattiamo i pugni, l’abbiamo fatto nei mesi precedenti, aspettando risposte dalla regione! Ora la situazione è catastrofica e chi ha la responsabilità e la competenza intervenga. Basta teatrini! Andiamo avanti”. Lo ha scritto su Facebook il sindaco di Cattolica Eraclea Santino Borsellino a proposito delle audizioni in commissione Territorio e Ambiente all’Ars sull’erosione costiera ad Eraclea Minoa. A proposito dell’istanza di finanziamento del progetto redatto dall’ingegnere Antonio Viviano per conto del comune che non è stata presentata in tempo nel bando PO FESR (misura 5.1.1a), così si è espresso il sindaco: “Non abbiamo presentato istanza, me ne assumo responsabilità”