Rifiuti a Cattolica Eraclea, l’opposizione: differenziata ai minimi storici e costi sacchetti sui cittadini, sindaco revochi provvedimento e venga in consiglio

“In considerazione del fatto che il sindaco di Cattolica Eraclea, dopo essersi accorto del fallimento della raccolta differenziata che si è abbassata dal 65% ai minimi storici nei suoi primi sette mesi di attività amministrativa, ha emesso provvedimento per la raccolta differenziata dei rifiuti scaricando sui cittadini il costo dei sacchetti biodegradabili sui cittadini, invita il sindaco a revocare il predetto provvedimento e presentare piano razionale dei rifiuti in consiglio comunale aperto a tutti i cittadini”. E’ quanto su legge in una nota del gruppo consiliare Cattolica Eraclea nel Cuore guidato da Giuseppe Giuffrida.

Di seguito i dati sulla raccolta differenziata a Cattolica Eraclea pubblicati nei giorni scorsi su cattolicaeracleanews.eu, mancano ancora i dati di ottobre, novembre e dicembre 2017.

Per niente confortanti gli ultimi dati sulla raccolta differenziata dei rifiuti a Cattolica Eraclea. Ecco i dati mensili relativi all’anno 2017 pubblicati dall’Ufficio Speciale per il monitoraggio e  l’incremento della raccolta differenziata nei comuni della Sicilia. A Cattolica Eraclea, nel mese di gennaio 2017, la raccolta differenziata era al 62,4%. A febbraio è salita a 66,1%  per poi scendere al 41,1% a marzo. Ad aprile è scesa ancora al 37,7% e poi il crollo al 29,0% a maggio. Il 35,2% il dato registrato a giugno, 32,0% quello di luglio. Record negativo dell’anno ad agosto con il 26,2%, a settembre (ultimo dato disponibile) al 36,52%. A gestire il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti in house a Cattolica Eraclea è la Minosse Ambiente Srl.

Questi i dati di Cattolica Eraclea mentre 16 comuni della provincia di Agrigento festeggiano come “campioni di raccolta differenziata” perché fanno parte della classifica dei primi 60 in Sicilia e al secondo posto, a sfiorare di mezzo punto percentuale il primato regionale, c’è Sambuca di Sicilia, il borgo più bello d’Italia nel 2016. L’Ufficio per la Differenziata della Regione Sicilia ha certificato per Sambuca una differenziata del 77,52 per cento, appena sotto il 78,18 di Giardinello, Comune del Palermitano che guida la classifica. Sambuca ha ottenuto questo risultato nel trimestre luglio-settembre del 2017, migliorando il risultato rispetto ai tre mesi precedenti quando aveva una percentuale di differenziata del 72,80 per cento.