Epifania con polemica a Cattolica Eraclea. Al consigliere comunale di maggioranza Giuseppe Messina non sono piaciuti in manifesti di “benvenuto” all’assessore regionale al Lavoro, Famiglia e Politiche sociali Mariella Ippolito, la prima cattolicese che dopo 70 anni (il primo fu Giuseppe La Loggia) siede tra i banchi del governo regionale. Una polemica che in realtà lascia il tempo che trova ma che merita di essere raccontata perché ad innescarla non è un cittadino qualunque ma un consigliere comunale, quindi un rappresentante istituzionale eletto dal popolo che merita di essere ascoltato.

Ecco cosa ha scritto su Facebook il consigliere Messina: “Epifania, giorno in cui i potenti della terra si dovrebbero inchinare a Gesú bambino. Trovandosi in giro per Cattolica non si può fare ameno di notare delle locandine che pubblicizzano l’ evento dell’arrivo dei Maggi in concomitanza al messaggio di benvenuto alla dott.ssa Ippolito, assessore Regionale alla famiglia. Associare l’evento religioso a qualcosa di politico sembra inopportuno ed inappropriato. Volendo esprimere un disappunto Cristiano e Cattolico mi crea vergogna per chi ha partorito questo manifesto. Mi meraviglierei se i vertici della comunità ecclesiale di Cattolica Eraclea lo avessero promosso ed avallato. Ce ne vergogniamo, come amministratore e per l’Amministrazione, se ciò fosse stato promosso. Vorrei porgere le mie scuse all’Ass. Mariella Ippolito per coloro o colui che come un alchimista ha saputo trasformare un evento sacro in una roba profana”.

Il post del consigliere Giuseppe Messina (a quanto pare l’unico intervento “politico” dal giorno della sua elezione) ha acceso il “dibattito” sul social network, tra favorevoli e contrari.

Scrive Loredana Daino: “Sono pienamente d’accordo con il tuo pensiero”. E Francesco Paolo Campisi: “Bravo dottore la verità sta pubblicità”. Aggiunge Vincenzo Scalia Condivido le tue considerazioni:mai confondere il sacro con il profano!”. E Osvaldo Sciascia: “Mi sono indignato nel vedere questo manifesto, un applauso a chi, lo ha concepito no! Pensato. Bastava il solo manifesto di ben venuta, che tutti i Cattolicesi avrebbero apprezzato è condiviso”. Secondo Nicola Piazza è “Trovata di cattivissimo gusto. Condivido assolutamente il tuo pensiero”. Anche Francesco Magazzù si dice “Pienamente d’accordo! Non sarebbero mancate occasioni per organizzare l’incontro al di fiori dell’evento religioso”. E Maurizio Miliziano: “La peggiore rappresentazione della confusione tra laicismo e clericalismo”.  E ancora, Palmina Di Pisa: “Sono d’accordo anch’io con questo pensiero”. Così Davide Ferraro: “10 minuti di applausi per lei dottore, che dice sempre ciò che gli altri pensano ma non dicono, nascondendosi dietro un dito. Pienamente d’accordo con lei”. Poi Cosimo Santalucia: “Che sia chiaro una cosa, non siamo stati noi organizzatori a fare questi manifesti!”. E Antonio Riccardo Vassallo Concordo con Cosimo Santalucia, noi organizzatori e responsabili del presepe vivente non abbiamo mai fatto nessun manifesto”. Scrive Nino Cammalleri: “Non vorrei creare polemiche… È una manifestazione politica? Il Presepe vivente è stato patrocinato da Mariella Ippolito? Il comune ha autorizzato la diffusione di questo manifesto? L’evento negativo non è Mariella, sono i manifesti! Che non hanno nessun nesso con il presepe”. Per Daniela Catania è “Assurdo!”.

Ma c’è anche chi la pensa in maniera diametralmente opposta. “Come Maurizio Costa: “Ma scusate per voi e sempre politica anche il 6 gennaio ma arciprete che rappresenta la chiesa cattolica mi sembrava contentissimo della sua presenza”. E Giovanna Pennino: “Sì giusto, è un grande onore per tutto il paese avere Mariella alla Regione e la sua venuta a Cattolica in concomitanza del presepe vivente è solo positiva. Anche i manifesti non mi sembrano inappropriati”. Poi Francesco Colletti: “Leggendo il manifesto attentamente,,ma non tanto si capisce che è un ben venuto che si da ad una personalità politica che è anche nostra concittadina, nessuno ha organizzato la manifestazione in funzione della visita dell’assessore, se poi per forza si debbono fare polemiche facciamole”. Ed Ernesto Ragusa: “Vivissimi auguri alla signora e assessore Mariella Ippolito”. Poi Giovanni Messina: “Sinceramente mi sento onorato che una nostra compaesana sia stata designata assessore regionale di qualunque colore politico sia”. E Antonino Borsellino: “È motivo d’ orgoglio per il nostro paese avere un assessore regionale. Siamo orgogliosi di avere Mariella Ippolito come assessore regionale. Persona capace e determinata. Non c’è motivo di trasformare un evento positivo in negativo. La campagna elettorale è finita pensate ad amministrare il paese. Queste critiche sono controproducenti e deleterie per il paese”.

Il post condivisoda Antonio Riccardo Vassallo

Per completezza d’informazione il “benvenuto” all’assessore Ippolito era stato annunciato con la stessa formula dei manifesti anche su Facebook dall’organizzazione del presepe vivente. Ecco il post integrale pubblicato da Antonio Riccardo Vassallo il 6 gennaio scorso. “Carissimi, Domani 6 Gennaio 2018 Epifania di Nostro Signore Gesù Cristo: ultimo giorno della 7 ° Edizione del PRESEPE VIVENTE di Cattolica Eraclea.
Ecco i seguenti appuntamenti:  Alle ore 17:00 dalla Chiesa del Purgatorio partirà la processione con i Re Magi, arriveremo alla Chiesa di Sant’Antonio Abate dove alle ore 17:30 inizierà la santa messa celebrata dal nostro carissimo arciprete Don Nino Giarraputo e daremo il benvenuto alla Dott. Mariella Ippolito Assessore regionale.

Il manifesto condiviso dall’arciprete

Dopo la santa messa alle ore 18:30 la palestra della Signora Caterina Rizzuto ci farà assistere ad un meraviglioso spettacolo di danza offerto in onore del PRESEPE VIVENTE. ALLE ORE 19:00 CIRCA SI APRIRÀ IL PRESEPE VIVENTE 2017/2018 CON ALTRE NOVITÀ E CON NUOVE PIETANZE DA POTER GUSTARE. VI ASPETTIAMO”.

Lo stesso post e il manifesto “incriminato” erano stati pubblicati sempre su Facebook dall’arciprete don Nino Giarraputo ricevendo con un “mi piace” anche la condivisione da parte del presidente del consiglio comunale Giusy Alagna. Anche il sindaco Santino Borsellino ha condiviso il suddetto post.

Il post condiviso dal sindaco su Fb

In conclusione: sembra la “solita” polemica in “stile Facebook“, che diventa in qualche modo notizia perché ad innescarla è un consigliere comunale. Non entrando nel merito della questione agitata dal consigliere Messina riteniamo di poter dire ragionevolmente adesso che più che il manifesto di benvenuto è da far notare l’assenza di una nota ufficiale di compiacimento dell’amministrazione comunale alla notizia della nomina della concittadina Mariella Ippolito, la prima cattolicese che dopo 70 anni (il primo fu Giuseppe La Loggia) siede tra i banchi del governo regionale.

Infine cogliamo l’occasione per pubblicare ancora una volta le FOTO E IL VIDEO del presepe vivente di Cattolica Eraclea che ieri ha registrato grande successo con una straordinaria partecipazione di pubblico.