Erosione ad Eraclea Minoa, il caso alla ribalta delle cronache locali e nazionali dopo i danni provocati dalle recenti mareggiate e l’allarme lanciato dai titolari di due stabilimenti balneari e dall’associazione ambientalista Mareamico di Agrigento. Si sono occupati del caso, tra gli altri, agenzie di stampa come l’Ansa, l’Italpress, l’Adnkronos e quotidiani nazionali come La Repubblica e Il Giornale.

“Il fenomeno dell’erosione costiera ha colpito quasi tutte le spiagge dell’agrigentino, ma ad Eraclea Minoa ha assunto dimensioni notevoli, provocando un grave arretramento della linea di costa”. E’ quanto denuncia la sezione di “MareAmico” di Agrigento. “Dagli anni ’80 ad oggi – sottolinea l’associazione ambientalista – abbiamo visto sparire piu’ di 100 metri di spiaggia dorata ed almeno 40 metri di bosco. Ogni nuova mareggiata, non trovando alcuna difesa, fa penetrare il mare sempre piu’ profondamente nell’entroterra. Per contrastare il fenomeno erosivo in Sicilia sono gia’ disponibili 31 milioni di euro, mentre esiste anche un’ulteriore disponibilita’ di fondi regionali per ben 77 milioni e 500 mila euro. Si tratta del – D.D.G. numero 560 del 03/07/2017 Regione Siciliana – Assessorato del Territorio e dell’Ambiente. Po Fesr Sicilia 2014-2020, Asse 5, Azione 5.1.1A ‘Interventi di messa in sicurezza e per l’aumento della resilienza dei territori piu’ esposti a rischio idrogeologico e di erosione costiera’”.