Sicilia, la cattolicese Mariella Ippolito tra i banchi del governo regionale: “Priorità alle cose più urgenti”

Da Giuseppe La Loggia a Mariella Ippolito, dopo 70 anni un’altra cattolicese ai vertici della Regione siciliana. Mariella Ippolito, farmacista di Cattolica Eraclea, presidente dell’Ordine di Farmacisti di Caltanissetta, è tra i 12 assessori della nuova giunta regionale guidata dal presidente Nello Musumeci presentati nei giorni scorsi a Palazzo dei Normanni durante l’insediamento della nuova Ars ora presieduta da Gianfranco Miccichè.  “Mariella Ippolito è un volto della società civile che sarà in grado di svolgere un ruolo di governo – ha già detto il deputato Roberto Di Mauro ieri eletto vice presidente dell’Ars -. Il padre, Gaspare Ippolito, é stato segretario della Dc per 40 anni e sindaco di Cattolica Eraclea e lei ha esperienze nell’ambito amministrativo, essendo impegnata, tra le altre cose, nella Farmacia sociale”. Mariella Ippolito è  titolare di una farmacia a Milena, in provincia di Caltanissetta, ed è stata candidata alle elezioni regionali nel collegio nisseno, con la lista “Popolari e Autonomisti”, dove ha conquistato 2.118 voti di preferenza.

“Daremo le priorità alle cose più urgenti. Il nostro è un assessorato meraviglioso e potremmo fare cose meravigliose. Io sono una donna di poche parole e di fatti. Mi dovete dare il tempo di insediarmi e dare una priorità ai bisogni di questa nostra terra”, queste  le prime dichiarazioni Mariella Ippolito, assessore alla Famiglia e al Lavoro della neonata giunta Musumeci, parlando con i giornalisti nel giorno dell’insediamento a Palazzo d’Orleans del nuovo governo regionale.

Vediamo, nello specifico, quali sono le competenze e le attività dell’assessorato regionale guidato da Mariella Ippolito. Competenze e attività dell’Assessorato regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro: “Programmazione, funzionamento e qualità del sistema integrato dei servizi e degli interventi socio-assistenziali e socio-sanitari. Promozione e sostegno delle famiglie. Promozione e sostegno del terzo settore. Inclusione sociale. Vigilanza e controllo sulle Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficienza (Ipab). Servizio civile. Lavoro. Attività ispettive e di vigilanza sul lavoro. Emigrazione ed immigrazione. Cantieri di lavoro. Fondo siciliano per l’occupazione. Servizi pubblici per l’impiego. Ammortizzatori sociali. Politiche attive del lavoro. Orientamento e servizi formativi e per l’impiego. Ciapi. Incentivi per l’occupazione. Formazione in azienda e nell’ambito dei rapporti di lavoro. Tirocini e stage in azienda. Apprendistato e contratti di inserimento. Fondo per l’occupazione dei disabili. Lavori socialmente utili e workfare. Statistiche. Diritti civili. Pari opportunità. Previdenza sociale e assistenza ai lavoratori. Rapporti con gli enti pubblici relativi”.