“Sembrano calare un po’ le quotazioni di Mariella Ippolito, presidente dell’ordine dei farmacisti nisseni, sponsorizzata da Raffaele Lombardo”. E’ quanto si legge in un articolo su LiveSicilia a firma di Accursio Sabella a proposito della possibile nomina del presidente dell’ordine dei farmacisti di Caltanissetta  nel nuovo governo regionale guidato dal presidente Nello Musumeci il quale, però, ancora non ha sciolto le riserve.

Il nome di Mariella Ippolito, nei giorni scorsi presente prima alla cerimonia di proclamazione alla Corte di Appello di Palermo e poi in quella di insediamento a Palazzo d’Orleans del governatore Nello Musumeci, era stato proposto dal senatore Antonio Scavone, del Movimento per la Sicilia, formazione presente all’interno della lista Popolari e Autonomisti: “Proporremo a Musumeci Mariella Ippolito come espressione degli Autonomisti nella sua giunta”, aveva scritto in una nota.

Mariella Ippolito, di Cattolica Eraclea, presidente dell’ordine dei farmacisti di Caltanissetta, figlia d’arte dell’ex sindaco democristiano Gaspare Ippolito – candidata alle regionali con la lista dei Popolari e autonomisti nel collegio nisseno dove ha conquistato poco più di 2.100 preferenze – è stata “nominata” nei giorni scorsi come l’assessore ideale alla Sanità nella giunta regionale guidata da Nello Musumeci secondo il “sondaggio” tra i lettori di Live Sicilia, tra i giornali online più cliccati nell’isola.

Numerosi, anche su Facebook, i commenti a sostegno della nomina di Mariella Ippolito come assessore della Giunta Musumeci.