Si legge oggi sul Giornale di Sicilia che, il giudice del tribunale di Sciacca, Antonio Cucinella, ha condannato ad un anno e sei mesi B.D., novantenne di Cattolica Eraclea, con l’accusa di aver voluto intrattenere una relazione con la badante della moglie, e in un’ occasione di averle palpeggiato il seno mentre si trovava con i pantaloni abbassati e i genitali scoperti. La vicenda risalirebbe al marzo del 2012, quando oltre alla molestia la donna accusa l’anziano di averla più volte seguita con la propria autovettura, suonando insistentemente il campanello della propria abitazione e prendendo a calci il portone d’ingresso, mentre l’avvocato del novantenne respinge l’accusa, dichiarando che il proprio assistito avrebbe cercato si la donna, ma solo per indurla a pagare un debito di 13 mila euro. Alla donna è stato riconosciuto un risarcimento di 7 mila euro.